Category Archives: news

Carlo Triarico a Food for ALL – Milano 4 maggio 2017
21 Apr

Carlo Triarico a Food for ALL – Milano 4 maggio 2017

FoodFoAll!Il 4 maggio Carlo Triarico terrà un intervento sull’Agricoltura biodinamica all’interno di Food for all, (Milano 3-8 maggio 2017 ore 15.00) nel BIOTECH LAB – Come si nutre il pianenta in modo sostenibile? Come si valorizza la biodiversità nella filiera di produzione? Quali strumenti di innovazione tecnologica preservano le risorse naturali? Quale responsabilità e opportunità d’impresa nel promuovere sviluppo del territorio e qualità ambientale? .

Per info sull’evento organizzato dalla Fondazione Feltrinelli : cliccare qui

Per informazioni su luogo e orario dell’intervento di Triarico e per prenotarsi scrivere a segreteria@fondazionefeltrinelli.it . L’ingresso è gratuito.

4 Maggio 2017- 15.00-18.00

BIOTECH LAB – Come si nutre il pianeta in modo sostenibile?

Come si valorizza la biodiversità nella filiera di produzione? Quali strumenti di innovazione tecnologica preservano le risorse naturali? Quale responsabilità e opportunità d’impresa nel promuovere sviluppo del territorio e qualità ambientale?

Allo scopo di assicurare che i bisogni nutrizionali di una popolazione in crescita siano soddisfatti in maniera sostenibile nei decenni a venire, l’innovazione entra da protagonista nelle filiere agroalimentari offrendo potenzialità notevoli e non ancora del tutto esplorate. Nuove recenti scoperte nel campo delle applicazioni tecnologiche, e diffusione di soluzioni smart, permettono di rendere più efficienti i processi di produzione, trasformazione e distribuzione delle risorse alimentari, riducendo sprechi e impatti ambientali. Al centro di questa sfida si trovano i cittadini e i loro bisogni, l’urgenza di produrre cibo preservando la diversità biologica e risorse ambientali non illimitate, la necessità di interrogarsi sugli effetti di medio e lungo termine dell’innovazione tecnologica in corso.

Nell’ambito dell’iniziativa FOOD FOR ALL!, i SolutionsLab sono occasioni di dialogo e confronto su buone pratiche, soluzioni, case history innovative che riguardano il futuro del cibo e le innovazioni tecnologiche, sociali e culturali che interessano la filiera agroalimentare e l’accesso al cibo. Questi eventi prevedono una sessione di tre ore e la partecipazione di circa 100 persone, suddivise in tavoli di lavoro finalizzati all’incontro di imprese, start up, ricercatori, istituzioni per approfondire applicazioni, pratiche, sperimentazioni di soluzione sulle sfide connesse alla produzione e all’accesso al cibo.

Le riflessioni emerse dai tavoli di lavoro vengono condivise in sessione plenaria affinché, con l’aiuto di un board di discussant, si arrivi a definire un set di indicazioni sulle criticità e le opportunità di intervento e soluzione intorno alle sfide indagate.

Le Giornate Contadine 2017 – Incontri tra agricoltori in Italia
15 Apr

Le Giornate Contadine 2017 – Incontri tra agricoltori in Italia

Giornate-Contadine-5Quest’anno parte la prima serie di Giornate Contadine in molte regioni italiane. Aziende agricole biodinamiche accoglieranno agricoltori per una giornata di conoscenza, scambio, approfondimento, e convivialità. E’ ormai esigenza sentita da tutto il mondo biodinamico e biologico di rafforzare le conoscenze e migliorare il lavoro di tutti gli agricoltori del Paese. Il mutuo sostegno tra agricoltori per la crescita della qualità della nostra agricoltura è urgente per la sopravvivenza delle aziende agricole. E’ il contributo dei biodinamici per fronteggiare una crisi, che sta portando alla chiusura decine di migliaia di aziende agricole italiane ogni anno. 

Durante le giornate saranno messe a disposizione buone pratiche agronomiche e gestionali. Ci saranno momenti sociali e di relazioni vive a cura dei principali attori della produzione alimentare salutare e resiliente. Possono partecipare tutti gli agricoltori interessati, secondo il programma organizzato dall’Associazione e dalle sue Sezioni Regionali. 
Negli anni è in programma di sviluppare queste giornate il più possibile sul territorio nazionale.

Qui di seguito gli appuntamenti 2017:

Sezione Alto Adige:
Sabato 6 maggio 2017 – ore 9.00 presso Azienda Agricola Crozzol
ai Pochi di Salorno
Giornata dei preparati: Allestiremo insieme i preparati biodinamici
Sabato 24 giugno 2017 –  Festa biodinamica presso l’Azienda Agricola Elisabetta Foradori, Mezzolombardo (TN)
Info: trentinoaltoadige@biodinamica.org  e info@biodynamik.it . Sito web: www.biodynamik.it – Tel. 3884572727 e 3807566433


Sezione Friuli:
Domenica 7 maggio 2017 – ore 10
presso Nivio della Pietra a Cercivento
Incontro sui preparati biodinamici: viene allestito il preparato 501 (cornosilice) e viene estratto il preparato 500 (cornoletame)

Info: friuli@biodinamica.org  Tel 0432-232615 e 349-1252895


Sezione Lombardia:
Domenica 23 Aprile 2017 – 
presso  la Coop agricola Sociale Cascina Burattana a Busto Arsizio
al mattino disseppellimento 500 – svuotamento corna –
distribuzione preparato nel pomeriggio approfondimento e
confronto sul 500

Info: lombardia@biodinamica.org – Tel. 3336030184 tel. 0399240264


Sezione Piemonte:
Giovedì 15 giugno 2017: Giornata contadina con visita alle coltivazioni delle erbe officinali e cereali – coltivati con metodo biodinamico nel distretto di Sale San Giovanni (Cuneo)

L u g l i o 2017 (data da definire)  : G i o r n a t a contadina con allestimento cumuli e preparazione fladen c/o azienda agricola frutticola in provincia di Cuneo (vicino a Saluzzo)

Info: piemonte@biodinamica.org – Tel. 3667214788


Sezione Liguria:
Lunedì  10  aprile 2017  dimostrazione cumulo biodinamico  presso Daldifloricoltura a Sanremo (IM)
Sabato 29 aprile 2017 per le “giornate contadine” visita all’azienda Daldifloricoltura – Sanremo (IM)
Info: liguria@biodinamica.org – Tel. 471054941


Sezione Emilia Romagna:
Sabato 8 Aprile 2017
RITROVO BIODINAMICO A BUDRIO. Con Fabio Fioravanti
e Franco Pedretti.

Incontro gratuito a partecipazione libera. E’ prevista la visita aziendale. Condivisione, scambio e partecipazione possono favorire lo sviluppo dell’agricoltura biodinamica e la crescita dei coltivatori e degli agricoltori che si impegnano per produrre cibo sano e vitale nel rispetto dell’ambiente. Sarà un momento di aggregazione, per conoscere la biodinamica e per conoscerci. Si parlerà di orticoltura, applicazioni pratiche, ecologia, preparati biodinamici, buone pratiche agronomiche e del valore di alimenti ottenuti nel rispetto dei principi naturali. Si tratta di un’azienda orticola specializzata che produce ortaggi in campo aperto ed anche all’interno di tunnel non riscaldati. La superficie complessiva è di circa 7 ettari. Ritrovo alle ore 9:30 direttamente in azienda, in via Di Roma n.8 a Budrio (BO).

Info: emiliaromagna@biodinamica.org o- Tel. 3332341247


Sezione Toscana:
29 aprile 2017 – ore 10.00 Giornata contadina presso l’Az. Agricola Il Cerreto (Pomarance – Pi)
27 maggio 2017 – ore 10.00 giornata sulla zootecnia biodinamica in Mugello
10 giugno 2017 – ore 10.00 giornata in azienda dell’associazione  Agricoltura Vivente con Bridgette Olsen e Marco Raffaelli alla Fattoria Sardi Giustiniani (Lucca)

Info: toscana@biodinamica.org – Tel. 3289147322


Sezione Umbria:
Domenica 23 Aprile ore 10.00 GIORNATA BIODINAMICA nell’Azienda Agricola “Le Due Torri” a Spello (PG):
DISSOTTERRAMENTO del CORNO-LETAME DEGUSTAZIONI e CENA BIOLOGICA a Km zero Vi invitiamo a vivere un’Esperienza unica ed attiva, alla scoperta dei Ritmi che regolano la Vita delle piante e degli animali sulla nostra Terra e delle Azioni utili a riportare benessere al Terreno ed all’Uomo. Inizieremo con la visita dell’Azienda Agricola ed un dibattito nella mattinata, seguito da una degustazione di prodotti biologico-dinamici;
nel pomeriggio potrete partecipare al dissotterramento del Cornoletame (uno dei
preparati chiave dell’Agricoltura BioDinamica); concluderemo la giornata con una Cena Biologica a Km Zero nel Ristorante dell’Agriturismo (con un menu speciale, pensato per carnivori, vegetariani e vegani) a base di prodotti biologici dell’Azienda Agricola “Le Due Torri o selezionati da NaturaSì (per ulteriori informazioni Fabio Ciri 3357783401).
Programma:

ore 10.00 – 12.30: appuntamento all’Allevamento dei Bovini Chianini dell’ Az. Agricola “Le Due Torri” in Via del Molinaccio n. 12 a Limiti di Spello (PG); visita Aziendale e
Seminario sulla produzione agricola biologicodinamica e la sana alimentazione (con la
partecipazione de Le Due Torri, l’Associazione per l’Agricoltura Biodinamica e Naturasì)
ore 12.30 – 14.30: degustazione di prodotti biologico-dinamici a cura de Le Due Torri
e Naturasì
ore 15.00 – 19.30: dissotterramento del preparato biodinamico: Corno – Letame insieme al Titolare Fabio Ciri con dimostrazione pratica della dinamizzazione e della distribuzione del preparato biodinamico sul terreno.
ore 20.00: Cena Biologica a Km. 0 su prenotazione (Paolo Binaglia 3357783395;
prodotti@leduetorribio.com) presso il Ristorante dell’Agriturismo “Le Due Torri” (€ 25,00/persona bevande incluse).
Info: umbria@biodinamica.org – Tel. 3357783401


La biodinamica per l’area di biodiversità al FICO di Bologna
12 Apr

La biodinamica per l’area di biodiversità al FICO di Bologna

Carlo Triarico insieme agli agricoltori biodinamici della Coop. La Collina, storica azienda Demeter di Reggio Emilia, ha seminato l’area biodiversa per la nuova area dell’eccellenza alimentare italiana al FICO di Bologna. Un’area organizzata da EatalyWorld e Coop Italia.
L’Associazione Biodinamica continua la sua opera di presenza, proposta e stimolo per il mondo agroalimentare nazionale per lavorare a un nuovo modello agricolo adatto per il futuro. Dalla pagina Twitter FICO le foto della semina.

Firma la petizione “Cambiamo l’Agricoltura!”
11 Apr

Firma la petizione “Cambiamo l’Agricoltura!”

Cambiamo-AgricolturaL’Associazione per l’Agricoltura Biodinamica promuove la campagna CAMBIAMO L’AGRICOLTURA!  insieme a FEDERBIO, LIPU, WWF, AIAB, FAI, LEGAMBIENTE, ISDE per chiedere alla Comunità Europea di cambiare la PAC in tema di agricoltura con una petizione  che ti chiediamo di firmare cliccando qui di seguito:
www.cambiamoagricoltura.it

Cambiare in modo radicale la Politica agricola comune (Pac), per premiare gli agricoltori più rispettosi dell’ambiente ed amici della natura e per produrre alimenti sani e rispettosi della salute dei consumatori.
Quattro i requisti essenziali
indicati dalle Associazioni per la prossima riforma della Pac: “La riforma dovrà essere: giusta per gli agricoltori, i lavoratori salariati agricoli e le comunità rurali; sostenibile per l’ambiente e il paesaggio, per avere acqua pulita, un suolo fertile, per rispettare il benessere degli animali e garantire la tutela della natura; sana per il nostro cibo e per il benessere di tutti; responsabile per proteggere il futuro del pianeta e del clima, per un’agricoltura veramente sostenibile a livello globale”.

Scarica qui il comunicato congiunto di tutte le associazioni promotrici

Appello a Wikipedia contro le falsità sull’agricoltura biodinamica
30 Mar

Appello a Wikipedia contro le falsità sull’agricoltura biodinamica

Appello di Carlo Triarico per cambiare la voce offensiva di Wikipedia sull’Agricoltura biodinamica.
Abbiamo bisogno che tutte le persone di buona volontà facciano sentire la loro voce.

“Spettabili amministratori,
scrivo per chiedere la variazione della voce “Agricoltura biodinamica” di Wikipedia. Sono il presidente dell’Associazione per l’Agricoltura biodinamica. Purtroppo la voce “Agricoltura biodinamica” definisce l’agricoltura biodinamica per quello che non è. E’ fondamentalmente falsa, composta da informazioni errate, distorte e lesive, volte a distogliere il lettore e orientarlo a un giudizio fortemente negativo. Il testo è stato scritto senza imparzialità scientifica. Le citazioni (esigue) sono solo sfavorevoli, prevalentemente tratte da giornali (di cui si omette anche la smentita quando gli stessi hanno dovuto pubblicarla). E’ omessa invece la ben più vasta rassegna stampa positiva dei mezzi di informazione sul tema. E’ omessa anche la letteratura scientifica, tranne le sole poche citazioni negative. Gli autori non hanno operato secondo i criteri etici richiamati da Wikipedia.
Questo si riflette sulle vite, il lavoro, il futuro di tanti agricoltori onesti, che operano nella legalità e per un’economia sostenibile, secondo rigorosi discilinari. Leggendo la voce sarei io stesso portato a classificare il loro operato, come detestabile. Mi appello a voi, perchè fermiate questa ingiustizia. Mi appello agli autori e ai fruitori di Wikipedia, alle persone oneste e di buona volontà in genere, perchè facciano sentire alta la propria voce, perchè questa campagna di odio e di menzogna ad opera di un pugno di individui, venga stigmatizzata e isolata.
Una voce enciclopedica non dovrebbe cadere nelle mani di non esperti del tema, oppositori politici, concorrenti commerciali disposti a falsificare i dati e usare la rete per colpire. Dovrebbe invece dare un’informazione oggettiva e autorevole, nell’interesse comune.
Carlo Triarico
carlo.triarico@apab.it”

Corso di Erboristeria  5 – 7 maggio 2017 – Zelata di Bereguardo (PV)
26 Mar

Corso di Erboristeria 5 – 7 maggio 2017 – Zelata di Bereguardo (PV)

erboristeria-2017Piante spontanee e officinali tra terra e cosmo

Corso teorico e pratico di erboristeria, cultura del paesaggio e biodinamica
5 – 7 maggio 2017
Zelata di Bereguardo (Pv) , Cascina Pirola, via Cavagna San Giuliani, 1

Quel che accade ogni anno nella natura tra aprile e maggio, è un’esplosione di profumi, colori e forme che riempie il cuore degli
uomini dalla notte dei tempi. Il paesaggio risplende nel verde più profondo e “andando per erbe” si trovano foglie e fiori di piante medicinali e aromatiche per tisane ed estratti, ricette di cucina e di cosmesi. Nel corso teorico pratico osserviamo l’uomo e la pianta in primavera sullo sfondo dell’erboristeria tradizionale, la cultura del paesaggio con l’aiuto di un importante strumento di lavoro della biodinamica: il calendario delle semine e delle lavorazioni.
Esperienze con il colore completano il corso.
Scarica qui il programma, i costi e la scheda di iscrizione


RELATORI:

GIORGIO BORTOLUSSI: agrotecnico e giardiniere, responsabile coltivazione ortaggi biodinamici Fattoria Cooperativa Sociale La Talea,
segretario Associazione Agricoltura Biodinamica Sezione Marche,
presidente Associazione culturale THALEIA

KARIN MECOZZI: erborista, docente, raccoglitrice e autrice di “Ars herbaria, piante medicinali nel respiro dell’anno” in lingua italiana e tedesca.
Organizza corsi e seminari, membro attivo di Accademia Europea per la cultura
del paesaggio PETRARCA e di PaesaggioLab.
www.karinmecozzi.wordpress.com

DANIELA DALL’ORO: artista, insegnante.
Formazione in Accademia di Belle Arti e in arteterapia e biografia a indirizzo antroposofico.
Conduce corsi e laboratori di disegno-colore e modellaggio per adulti e bambini

IN CUCINA:
ROSITA: cuoca della Zelata aiutata da Ivana, Valentina, Maria Grazia, Daniela

Il corso è stato reso possibile grazie al contributo della Fondazione Cariplo, Milano, di ECORNaturaSi e di Nuova Casenovole

Film Food Festival: Il film di Andrea Perdicca sulle api 17 febbraio 2017 Milano
14 Feb

Film Food Festival: Il film di Andrea Perdicca sulle api 17 febbraio 2017 Milano

Perdicco Febbraio 2017 Film: La Zappa Sui PiediVenerdì 17 febbraio alle 19.30 presso l’Auditorium Fagnana, via Tiziano 7- Buccinasco sarà trasmesso il film “La zappa sui piedi” di Andrea Perdicca.

Intervengono gli autori del film:
Andrea Pierdicca e Enzo Monteverde
Vi sarà anche una degustazione:
I tesori della terra (in pianura)
Aiutaci a non sprecare!
Prenota la tua degustazione:
Cell. 333.73.76.488 Email: mauriziad@fastwebnet.it
3-26 marzo 2017 – Giornate di Apicoltura Biodinamica
31 Jan

3-26 marzo 2017 – Giornate di Apicoltura Biodinamica

slide-apiGIORNATE DI APICOLTURA BIODINAMICA

Nel mese di MARZO 2017 a Zelata di Bereguardo, Pavia

CORSO ESPERTI (3 giornate)

Orari Lezioni :
– venerdì 3 e sabato 4 marzo, ore  09.00 / 22.00
– domenica 5 marzo,  ore 09.00 / 18.00
Costo: 230,00 Euro compresi pasti e pause caffè
Scarica qui la scheda di iscrizione al Corso Esperti

CORSO PRINCIPIANTI (4 giornate)

Orari Lezioni :
– sabato 18, ore 09.00 / 19.00
– sabato 25, ore  09.00 / 19.00
– domenica 19 ore 09.00 / 17.00
– domenica 26 ore 09.00 / 17.00
Costo: 260,00 Euro compresi pasti e pause caffè
Scarica qui la scheda di iscrizione al Corso Principianti

Il corso è rivolto ai Soci regolarmente iscritti per l’anno 2017 (Quota minima 70,00 Euro)

Le quote comprendono: conferenze, attività pratica, pasti, pause caffè, assicurazione.
Sono esclusi i pernottamenti.

L’apicoltura sta vivendo un momento critico. I pesticidi, le mutazioni climatiche, vecchi e nuovi “nemici” dell’alveare e varie altre cause rendono difficile questa attività professionale. Anche gli apicoltori hobbisti, che non hanno l’urgenza economica, trovano delle grosse difficoltà a gestire le famiglie.
Questa è la situazione vista attraverso gli occhi dell’apicoltore, ma le api cosa esprimono? Cosa sentono?
Come stanno? La stagione 2014, tristemente nota per le morìe, ha messo a dura prova la loro sopravvivenza.
L’apicoltura biodinamica è un metodo di allevamento che ha come scopo il rafforzamento della salute delle api a partire dall’interno dell’organismo alveare. Una famiglia sana è meno vulnerabile agli attacchi esterni. L’apicoltura biodinamica è un approccio simbiotico tra uomo e ape, dove l’apicoltore ha il compito di favorire lo sviluppo armonico delle api dando loro ciò di cui hanno bisogno e venendo da queste ricambiate grazie a tutti i loro doni. Queste giornate sono organizzate per volontà di partecipanti al gruppo lavoro di
apicoltura biodinamica dell’Associazione per l’Agricoltura Biodinamica, nato dal convegno mondiale di agricoltura di Dornach (CH) sulle Api nel 2014 e fortemente cresciuto negli anni successivi.
I corsisti sono invitati a portare i propri dispositivi di protezione individuale (tuta, maschera e guanti) e scarpe da campagna.
E’ possibile prenotare l’attrezzatura al momento dell’iscrizione.

Relatore: Daniele Pustetto, apicoltore esperto, Cercivento (UD)
Argomenti che verranno trattati:
– L’apicoltura biodinamica: tra esigenze dell’ape e quelle dell’apicoltore.
– L’Essere dell’alveare
– Le api in relazione ai 4 elementi.
– Il calendario biodinamico e le visite in apiario
– Le 3 caste in relazione al Sole e alla Terra.
– Le 3 caste in relazione all’uomo
– Le attività delle operaie in relazione al veleno e ai principi del sistema immunitario
– Le api e il mondo vegetale: pianta/fiore nettare/polline: la particolarità della melata
– Le forze che agiscono nelle celle esagonali, nel miele e nella cera
– L’uso dei telaini naturali.
– Modifiche all’arnia razionale, il melario da nido e il melario sterico
– La sciamatura: raccolta e cura dello sciame
– Orfanità dell’alveare
– L’integrità della regina in relazione all’ereditarietà genetico/ambientale e alle forze nel suo ciclo di sviluppo dalle forme neo-natali
– I trattamenti tampone
– I saccheggi
– Salutogenesi applicata alle api
– Le malattie dell’alveare: cura e prevenzione
– Le tisane biodinamiche, depurative e curative
– L’uso dei preparati biodinamici
– L’invernamento delle api propedeutico alla ripartenza primaverile
– I trattamenti in ovopausa naturale.
– Qualità del miele nel processo di smelatura e conservazione.
– La pausa invernale e il periodo Natalizio.
– Lo sviluppo di una nuova socialità umana attraverso l’attività apistica: l’osservazione silenziosa del lavoro delle api e la creazione di gruppi di studio, ricerca e sperimentazione.
– Domande di approfondimento.
Sono previste visite in apiario.

Scarica qui il programma delle giornate

Iscrizioni e informazioni: Associazione per l’Agricoltura Biodinamica
Tel: 02-29002544 mail: info@biodinamica.org
web: www.biodinamica.org

“Semi per Aleppo”, editoriale di Carlo Triarico sull’Osservatore Romano 4 gennaio 2017
04 Jan

“Semi per Aleppo”, editoriale di Carlo Triarico sull’Osservatore Romano 4 gennaio 2017

QUO 2017 002 0401 00001Sull’Osservatore Romano del 4 gennaio l’editoriale a firma di Carlo Triarico sui semi per un’agricoltura di pace. Più sotto il testo. Per scaricare la prima pagine del quotidiano cliccare qui.


 

Scegliere un’agricoltura di pace

Semi per Aleppo

di Carlo Triarico

Noi sappiamo che Aleppo non si libera con le bombe. Bisogna ancora liberare Aleppo e la Siria dalla miseria, dai cambiamenti climatici che qualche anno fa spinsero le donne e gli uomini a migrare dalle campagne, che destabilizzarono gli equilibri demografici e innescarono le prime rivolte siriane e poi la guerra. Prima che questi anni di conflitti mutassero tutto, c’era un uomo ad Aleppo, che con largo anticipo aveva avviato una ricerca per fermare la fame, creando le condizioni per la resilienza contadina ai cambiamenti climatici.

Quell’uomo lavorava all’Icarda, l’istituto per la ricerca agricola nella regioni aride. Salvatore Ceccarelli, genetista di fama internazionale, aveva avviato un fronte ampio di ricerca partecipativa con i contadini siriani. Davanti al cambiamento selezionava con loro le sementi tradizionali, migliorandole geneticamente sulla scorta della loro saggezza e delle sue conoscenze scientifiche. La variabilità genetica permette una grande flessibilità di risposta davanti alle crisi ambientali e sociali. Il metodo era arrivato in paesi che nell’informazione ora evocano altro: Giordania, Iran, Egitto, Algeria, Eritrea, Etiopia, Yemen.

Serve infatti a tutti un movimento per una nuova agricoltura contadina, dove l’esempio virtuoso della biodiversità per il miglioramento genetico insegni che anche in campo sociale la partecipazione solidale è la strada vincente. Purtroppo l’agricoltura oggi impone, invece, la purezza delle specie e delle varietà agricole. La strada prevalente è la rigida separazione, la proprietà intellettuale esclusiva dei mezzi tecnici, i brevetti e la non riproducibilità in proprio delle sementi contadine. È in corso una vasta erosione e omologazione genetica, che corrisponde a una concentrazione ingiusta di risorse e di denaro.

Salvatore Ceccarelli è riparato in India, dopo oltre trent’anni di lavoro. Ora è lì e poi chissà: il suo lavoro deve trovare una patria scientifica. Gli investimenti in Siria e altrove nutrono altre prospettive, mentre il sud del mondo è sempre più territorio di conquista. I campi sono spesso abbandonati, tante varietà perdute, tanta conoscenza dimenticata, proprio nelle regioni della più grande ricchezza genetica, dove l’uomo domesticò il primo frumento. Il metodo stesso della convivenza solidale è andato perduto.

In Sicilia provano a recuperare il patrimonio genetico della biodiversità frumentaria. I contadini dell’associazione Simenza mescolano e seminano le varietà con il metodo Ceccarelli, coltivano biologico e biodinamico. Pur compiendo il gesto più sacro dell’agricoltura, con quella semina rischiano di essere multati, perché non c’è ancora una normativa che preveda di mescolare e scambiare le sementi contadine. Eppure abbiamo imparato che la separazione genetica non ha mai portato buoni frutti, sia nelle relazioni biologiche, sia in quelle umane. L’imprenditore Massimo Mercati non sbaglia quando dice che occorre un’ecologia delle leggi. La Fao, nell’Itpgrfa, il trattato dei diritti contadini, richiama gli stati affinché permettano agli agricoltori di salvare, coltivare e scambiare i semi e affinché sia dato loro di condividere, equamente, i benefici provenienti dal loro sapere. Quante rivolte dovranno ancora scoppiare nell’indifferenza prima che questo principio sia salvo?

Claudia Sorlini, presidente del comitato scientifico di Expo 2015, aveva auspicato che la cultura agricola toccasse le città, attraverso il riuso agricolo delle aree periurbane. Diffondere ove possibile la realtà sociale sapiente della ruralità, per nutrire donne e uomini di cibo e cultura, resta la pace da conquistare.

Carlo Triarico vs. Dario Bressanini a Radio 1 Rai – Eta Beta il 9 dicembre 2016
14 Dec

Carlo Triarico vs. Dario Bressanini a Radio 1 Rai – Eta Beta il 9 dicembre 2016

etabetarai1Carlo Triarico ha partecipato al contraddittorio con Dario Bressanini il 9 dicembre 2016 nella trasmissione di Massimo Cerofolini a Radio1 Rai – Eta Beta. Interessante la smentita su una review di ricerche che attesterebbero la non efficacia del metodo biodinamico rivelatasi un fake per l’inaffidabilità della “ricercatrice” americana sancita dalla stessa università per cui lavorava. Potete riascoltare la trasmissione qui sotto.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi