09 Apr

Cresce in Italia l’agricoltura biodinamica e crescono i riconoscimenti

di Carlo Triarico

In questi giorni sono apparsi sui giornali i dati di un’analisi Coldiretti sull’agricoltura biodinamica: le aziende agricole biodinamiche sono raddoppiate in dieci anni, le realtà agricole che applicano metodologie della biodinamica in Italia sono stimate in 4.500, gli ettari certificati demeter sono 13.000 in continua crescita e il fatturato italiano del biodinamico è di circa 200 milioni di euro. I dati sono stati comunicati all’interno di uno storico convegno “Il futuro dell’agricoltura biologica e biodinamica”, a Firenze il 24 marzo, col quale Coldiretti ha indicato il biologico e soprattutto il biodinamico, quale patrimonio fondamentale per il futuro dell’agricoltura italiana. Il presidente di Coldiretti Roberto Moncalvo ha voluto fare chiarezza sugli attacchi che definiscono la biodinamica setta esoterica e ideologia, definendoli pseudoscientifici e ha indicato per l’Italia la leadership dell’agroecologia. In effetti, solo nel primo trimestre di quest’anno, Demeter Italia ha inviato all’Associazione Biodinamica le richieste di 81 nuove aziende e negli ultimi 3 anni i soci dell’Associazione Biodinamica sono raddoppiati. I segnali indicano che si potrebbe prospettare, nei prossimi mesi, un’esplosione del biodinamico in Italia.

La crescita si accompagna ai riconoscimenti e alle amicizie nel mondo dell’agricoltura italiana. Il Ministero delle Politiche Agricole sta per pubblicare i dati ufficiali sulla presenza della biodinamica in Italia. Da questi si evince di un settore fortemente promettente per lo sviluppo dell’intero settore biologico. Il dialogo è aperto e crescono coloro che ci supportano.

Non mancano le criticità. Innanzitutto il successo e la credibilità biodinamica suscita attacchi e invidie di alcuni (non è una novità). In secondo luogo occorre vigilare sulla qualità biodinamica oggi che le quantità stanno crescendo. Per questo supportiamo Demeter Italia nella rigorosa applicazione degli standard e del metodo. Proprio in momenti in cui il mercato guarda alla biodinamica come un’importante prospettiva dobbiamo mostrare la tradizionale serietà del metodo e delle nostre aziende e vigilare perché entrino solo le aziende serie e quelle che sono le migliori espressioni dell’agricoltura biologica. Bisogna quindi fare formazione e consulenza per gli agricoltori, moltiplicare la nostra presenza nelle aziende, rafforzare le sezioni regionali. Avete notato che l’Associazione ha moltiplicato le giornate contadine in giro per l’Italia, incontri per gli agricoltori che vogliono iniziare a fare biodinamica, o migliorare. I tutor dell’Associazione, che visitano le aziende che avviano l’iter Demeter di certificazione potranno dare il massimo apporto e così tutti i nostri soci, perché se in questo momento riusciremo ad essere un presidio di serietà e lealtà, daremo un impulso storico al settore del biologico e all’agricoltura italiana in generale.

In questa newsletter troverete l’articolo tecnico sul nuovo sistema informatizzato di controllo demeter, con cui si dà un esempio di monitoraggio in tempo reale delle certificazioni. Questa tracciabilità dei controlli, insieme all’iter di ingresso in Demeter, che seleziona gli agricoltori con la formazione, sono il contributo che i biodinamici stanno dando a tutto il settore del biologico. La biodinamica ha in Italia una lunga tradizione e una pratica agronomica raffinata da anni di pratica in campo, che diventa oggi una via utile per il futuro italiano. Voi che fate biodinamica e voi che vi iscrivete sempre più numerosi all’Associazione Biodinamica ci vedete giusto.

About the Author

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi